perle

La perla si forma nel mollusco da una particolare soluzione prodotta dal tessuto epiteliale del suo mantello, che contiene sostanze organiche e carbonato di calcio; la sostanza organica principale è la conchiolina.

È una concrezione prevalentemente carbonatica ed è formata dalle stesse sostanze che costituiscono la madreperla delle conchiglie di questi animali.

La perla può assumere svariate forme, da quella ricercatissima sferica a quelle più o meno irregolari come ovale, a bottone, a goccia, barocca e tante altre. Ogni perla ha una storia da raccontare, e noi della Gioielleria Casavola Noci siamo ben lieti di spiegarvi quali e quanti tipi di gemme potete trovare in commercio.

  PERLE AKOYA

La produzione principale della AKOYA avviene soprattutto in Giappone, in Cina e nel Vietnam, all’interno delle ostriche appartenenti alla specie Pinctada Fucata.

Le dimensioni delle AKOYA giapponesi di solito sono comprese tra i 2 mm ed i 9 mm, e la sua caratteristica principale è sicuramente la buona sfericità di ogni singola perla.

  PERLE MARI DEL SUD

Le perle coltivate dei “Mari del Sud” sono prodotte principalmente in Australia, in Indonesia e nelle Filippine, all’interno delle ostriche della specie Pinctada Maxima. Le dimensioni variano dagli 8 mm ai 18 mm, e sono tra le gemme più grandi che si trovano in commercio.

  PERLE ACQUA DOLCE

Il mollusco perlifero di acqua dolce è la Hyriopsis Cumini. La Cina è il maggior produttore a livello mondiale di perle coltivate in acqua dolce, che di solito presentano dimensioni normalmente comprese tra i 2 mm e i 13 mm.

  PERLE TAHITI

La Polinesia Francese e le Isole Cook producono perle coltivate di Tahiti. Le “tahitiane” si generano nelle ostriche della specie Pinctada Margaritifera e hanno dimensioni comprese tra gli 8 mm e i 17 mm. La Pinctada Margaritifera, comunemente definita “ostrica dal labbro nero”, è l’unica specie perlifera marina in grado di produrre regolarmente gli insoliti colori  tipici di questa particolarissima gemma.